top of page
Me%252520in%252520front%252520of%252520the%252520sea_edited_edited_edited.jpg

Mi chiamo Juliette, sono nata e cresciuta in Francia e ho vissuto nel Regno Unito per 10 anni. Anche se sapevo fin dalla giovane età di essere una sensitiva (facevo spesso sogni precognitivi) sono diventata consapevole delle mie capacità medianiche solo durante l'età adulta quando il mio amato papà è deceduto. Notavo 'segni' che mi indicavano che il mio papà era ancora intorno a me, per esempio sentivo improvvisamente particolari frasi che lui usava pronunciate da persone sconosciute, oppure facevo dei sogni nei quali mi trasmetteva messaggi per me stessa o per altri. Questa prima forma di communicazione si è sviluppata al punto tale da ricevere i suoi messaggi anche da sveglia.

Successivamente, sono stata formata presso la Spiritualist National Union (SNU) per sviluppare e controllare le mie capacità medianiche ed ho eseguito dimostrazioni medianiche, questo mi ha dato la possibilità di trasmettere i messaggi dall' aldila al pubblico. Sono sempre stata elogiata per l'accuratezza delle informazioni canalizzate trasmessemi dallo spirito (per favore vedi qui cosa si intende per spirito) e indirizzate al pubblico presente. Ricordo quei tempi come tra i più felici della mia vita. Le parole non possono descrivere come ci si sente ad aiutare le persone a sapere che i loro cari gli sono vicini.

 

​Oggi do sedute private in presenza o in videochiamate in lingue inglese, italiana e francese, (dai un'occhiata alle testimonianze dei miei clienti). Tengo regolarmente incontri in live streaming nei quali spiego i vari aspetti della medianità. Questo è un argomento che mi appassiona molto. Continuo a sviluppare la scrittura automatica per fornire guide dettate dagli spiriti, e aiuto le persone che lo desideranno a scoprire chi sono i loro spiriti guida.

 

''La morte non è niente. Sono solo scivolato via nella stanza accanto. Io sono io e tu sei te. Qualunque cosa fossimo l'uno per l'altro, lo siamo ancora. Chiamami con il mio vecchio nome familiare, parlami nel modo semplice che hai sempre usato. Non fare differenze di tono, non assumere un'aria solenne o triste. Ridi come abbiamo sempre riso delle piccole battute con le quali ci divertivamo insieme. Lascia che il mio nome sia sempre la parola familiare che è sempre stato, lascia che sia pronunciato senza sforzo, senza traccia di un'ombra su di esso. La vita significa tutto quello che ha sempre significato. È lo stesso di sempre; c'è una continuità ininterrotta. Perché dovrei essere fuori di mente perché sono fuori dalla vista? Ti aspetto, per un intervallo, da qualche parte molto vicino, proprio dietro l'angolo. Va tutto bene''

 

Henry Scott Holland - 1909

bottom of page